Clamoroso a Bergamo: esisteranno ancora le scuole…..e altro ancora!

clamoroso, a Bergamo. esisteranno ancora le scuole, e altroLeggendo L’Eco di Bergamo si apprende che il centrodestra ha deciso di ricandidare Franco Tentorio a sindaco di Bergamo anche nel 2014.

Il quotidiano rivela anche una notizia interessante: Gli esperti del centrodestra hanno già in mente i punti da trasformare in autentici cavalli di battaglia per la prossima campagna elettorale. Addirittura filtrano alcune indiscrezioni clamorose tipo quella che segue:

“la campagna elettorale è ai blocchi di partenza. Oggi il primo manifesto (pagato da sindaco e assessori) del centrodestra che guida Palazzo Frizzoni tappezzerà la città: «Anno 2013. Nessun aumento di imposte, tasse e tariffe (Imu, Irpef, Tares e tutte le altre)». E poi più sotto: «Mantenimento di tutti i servizi ai cittadini (sociali, culturali, scolastici, ecc…) con annessa carrellata di cittadini tipo, giovani, ragazzi, famiglie, anziani. A lato i loghi della coalizione: Pdl, Lega e lista Tentorio sindaco”. 

Da domani tutti i bergamaschi potranno stare tranquilli e portare a letto i loro figli sicuri che, grazie a Tentorio e alla sua giunta, avranno ancora la possibilità di poter andare a scuola!

L’anno che verrà……..

Centrale Termica di via Daste Spalenga. Esempio di Archeologia Industriale.JPGL’anno che verrà…. sarà il primo di un quinquennio decisivo per lo sviluppo della nostra città, per l’aumento del livello di vivibilità, per la salvaguardia del paesaggio, del patrimonio culturale e ambientale. Basta con un trasporto pubblico di serie B che agevola il ricorso al mezzo privato con conseguenze dannose sulla salute e l’ambiente.

L’anno che verrà………sarà un anno speciale. Ci sarà l’occasione per un rinnovamento della classe politica locale con l’opportunità (da cogliere) di far emergere energie giovani, intelligenze vive e passioni autentiche nei confronti della comunità.

In Città sono tanti i giovani che hanno cominciato dal basso la loro esperienza toccando con mano i problemi reali del territorio, le situazioni critiche dei singoli quartieri, le battaglie nelle circoscrizioni.  In altre parole il bagaglio è solido e consente di spendere queste conoscenze a Palazzo Frizzoni.

Siamo reduci da cinque anni di amministrazione di basso profilo caratterizzati da un immobilismo dovuto non solo a mancanza di risorse, ma soprattutto a carenza di iniziative e a sottovalutazione dei problemi reali. Per quest’ultimo motivo occorrono soprattutto entusiasmo e voglia di fare, ingredienti riscontrabili nei giovani. Finiamola con i “lungopresenti” da decenni in Consiglio Comunale, i record di presenze vanno bene solo per le statistiche non per fornire carburante all’azione amministrativa.

In occasione di alcuni dibattiti organizzati dal Pd ho notato una larga e attiva presenza di donne che concorrono al dibattito politico e alla vita delle sezioni sottraendo tempo prezioso al lavoro e alla famiglia. Giovani e donne dovranno caratterizzare le prossime liste per produrre un salto in avanti capace di trascinare la stanca amministrazione cittadina. Una spinta per generare energia positiva e ricchezza d’idee che affrontino il futuro della Montelungo o della Gamec, ma si preoccupino anche (per dirne una) dei nostri anziani che fanno fatica a raggiungere la nuova struttura sanitaria o dell’ambiente nel quale alleviamo i nostri figli o nipoti.

Serve che il Comune riacquisti autorevolezza nel determinare le politiche nei confronti di altri soggetti, non com’è successo, ad esempio, per la vicenda dell’area ospedaliera.

L’anno che verrà……dovrà registrare una virata a favore di questi giovani che hanno operato positivamente per la loro comunità, lottando per valorizzarne la vivibilità. La stagnazione politica e amministrativa ha già prodotto troppi danni, occorrono forti motivazioni ed energie nuove.

lu.na.

 

 

Porta Sud: troppi errori scoperti in ritardo.

ImmagineIlComune.jpgNei giorni scorsi la stampa ha riportato notizie riguardanti la gestione terminale ( si può dire?) di Porta Sud, vale a dire di quella che doveva essere la struttura di punta della nuova urbanistica cittadina.

E’ anche stata riportata un’interpellanza interessante dei consiglieri comunali Bonassi e De Canio che hanno portato alla luce varie incongruenze amministrative e finanziarie relative alla chiusura di questa esperienza. Iniziative valide ma a dir poco tardive.

In proposito, mi permetto di fare riferimento ad un allarme lanciato dal sottoscritto nella primavera del 2009 quando il Consiglio Comunale adottò una delibera per ricapitalizzare la società. C’era da coprire una perdita accumulata di oltre ottocentomila euro e a votare a favore ci fu la maggioranza e  parte dell’opposizione. La società, infatti, si era dotata di sede, dipendenti e consulenze che comportavano spese alle quali non corrispondevano entrate. Da allora la situazione è precipitata, senza che alcuno vi ponesse rimedio valido.

Con gli articoli riportati sotto, abbiamo dato una rinfrescata alla memoria dei nostri politici locali, ma non abbiamo avuto alcun riscontro. 

http://associazionelaurora.myblog.it/archive/2010/10/15/porta-sud-divora-soldi-pubblici-anche-se-sta-ferma.html

http://associazionelaurora.myblog.it/archive/2012/09/25/porta-sud-e-gli-errori-della-politica-bergamasca.html

INT.+20+-+E0117756+P.G.pdf interpellanza consiglieri su Porta Sud