EX OTE: Nuovo quartiere e palazzetto dello sport.

ImmagineIlComuneLe notizie apparse sulla stampa hanno parlato giustamente dell’area dismessa della Ex OTE di Via Bianzana, ma non hanno precisato che il destino di quest’area è attualmente normato nel Piano di Governo del territorio di Bergamo (Ambito territoriale n.26) con indicazioni di destinazioni precise per quantità e qualità degli interventi. Ci sarà bisogno di una variante al PGT che andrà valutata attentamente dalle commissioni competenti e dal consiglio comunale per tutti gli aspetti urbanistici e finanziari. In particolare andranno valutati i vantaggi e gli oneri delle due parti in gioco ( pubblica e privata). Prima di allora sembrano premature tutte le valutazioni siano esse favorevoli o negative. Ne’ si possono leggere sulla stampa frasi tipo: Paga Gewis!   Bosatelli, con tutto il rispetto, è un imprenditore e non un frate francescano.

Ecco in sintesi le previsioni del Piano di Governo del Territorio sull’area ex OTE e le le novità progettuali presentate sulla stessa area dall’imprenditore Bosatell:

 

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO                      PROGETTO BOSATELLI

Nuovo Parco urbano di  30.000 metri quadrati                 25.000 metri quadrati spazi aperti

Nuova Stazione Tranvia San Fermo                                 100 Appartamenti

Parcheggio interrrato                                                         Parcheggio interrato

Nuovo tracciato stradale Via Serassi Circunv.                  Confermato  tracciato stradale

Residenze (in parte sociali) e  terziario                             Arena Palazzetto dello sport

( totale  43.000 metri quadrati)                                          20.000 metri quadr.commerciale

                                                                                           Hotel 100 camere              

Il nuovo progetto:

– prevede 2 importanti novità rispetto al PGT:  20.000 metri quadrati di area commerciale, un nuovo albergo; Arena Palazzetto dello Sport

– non c’ è più la nuova stazione di San Fermo

E’ solo il caso di osservare che i nuovi 20.000 metri quadrati di spazi commerciali andranno a sommarsi ai 160.000 già previsti nel PGT.

 

Per il Centrosinistra cittadino il Palazzetto dello Sport deve restare a Celadina

da Bergamonews del 9 settembre 2009

Ha ragione Luciano Bonetti, Presidente della Foppapedretti, nel  rilevare che  l’eventuale  nuovo stadio  – per noi comunque fuori dal perimetro Comunale  – necessita di tempi  fortemente lunghi, mentre  per il nuovo Palasport si può fare prima.
Anche per questa ragione, il PGT adottato dalla precedente amministrazione  aveva previsto la localizzazione del futuro Palazzetto alla Celadina. In questa area l’amministrazione può operare diverse scelte per realizzare questa struttura, che vanno dal project  financing alla realizzazione diretta da parte del Comune,  come prestazione pubblica attesa a carico degli operatori che interverranno su gli altri comparti dell’area. Insomma la pretesa di concretizzare insieme Stadio e Palazzetto rischia di allontanare nel tempo la certezza di realizzazione della seconda.
Si dimentica inoltre che mentre lo Stadio, data la consistenza degli investimenti, non può  che essere realizzato  prevalentemente con risorse private (come avviene in tutta Europa), il nuovo Palasport , con  le modalità descritte in precedenza, può essere di proprietà pubblica,  permettendo  una maggior  versatilità dell’utilizzo. Per queste ragioni   in sede di discussione delle osservazioni al PGT sosterremo la scelta di realizzazione alla Celadina. 
 

Gruppi Consiliari – Partito Democratico- Lista Bruni- Verdi – Italia dei Valori- Unione di Centro .

Leggi anche il Giornale di Bergamo del 10.9.2009

Palazzetto in città.pdf